1971
Il 7 ottobre 1971, Dante Malagola, Aldo Borghi, Pietro Mauri, Enrico Riboldi e Renato Seregni fondano MODAR. L’azienda rileva una piccola falegnameria esistente con una decina di addetti e una dotazione di macchine molto limitata. I capitali iniziali sono esigui, ma entusiasmo e volontà sono forti.

1972
L’impegno e la credibilità dei soci consentono di sviluppare la clientela già esistente. Si consolida la collaborazione con Standa che affida a MODAR la realizzazione degli arredi in legno di importanti grandi magazzini nelle principali città italiane e, successivamente, dei primi ipermercati che apriranno la strada al futuro sviluppo dei centri commerciali.

1975
MODAR esegue tutti gli allestimenti in legno per l’ipermercato Eurostanda di Paderno Dugnano, una superficie di circa 11.000 mq che diventerà l’attuale Centro Commerciale Carrefour.

1978
Expo a Düsseldorf. MODAR partecipa con la linea MODULAR, una serie di arredamenti per negozi disegnati dall’Arch.G.Bellani. È l’avvio di una strategia commerciale che mira all’espansione del business attraverso una rete internazionale di rivenditori.
Inizia la realizzazione delle agenzie American Express Travel Services.
Il programma porterà all’allestimento di 30 punti vendita in Europa e Unione Sovietica.

1979
Allestimento del primo negozio in franchising Croff di Taranto.
Dopo aver realizzato numerosi punti vendita diretti (tra questi Milano piazza Diaz), MODAR entra nei programmi di affiliazione.

1982
Convinto della necessità di consolidare la struttura dell’azienda e di investire nella crescita, Dante Malagola rileva le quote dei soci e pianifica un programma di sviluppo.

1983
MODAR rinnova il logo, nasce il simbolo che ancora oggi identifica l’azienda.

1984
Entra in MODAR, con il ruolo di Responsabile Commerciale, Alberto Zampieri. L’incarico è di sviluppare il business nell’ambito della moda, seguendo in particolare le iniziative di franchising che si stanno affermando.
Esplode il fenomeno delle affiliazioni; MODAR è pronta a coglierne le opportunità. Inizia la collaborazione con importanti brand dell’abbigliamento, quali Levi’s e Lacoste. Nasce il primo negozio in franchising Furla, capostipite di una rete di 60 punti vendita interamente allestiti da MODAR.
Per far fronte a un lavoro in continua espansione, MODAR acquisisce l’attuale sede di via Magretti e vi trasferisce l’attività. La nuova sede, con una superficie complessiva di oltre 3.500 mq, è destinata ad accogliere la produzione, gli uffici e il centro progetti.

1985
Con l’allestimento chiavi in mano del primo negozio Cacharel in corso Vittorio Emanuele a Milano, MODAR approccia il mercato del lusso.
Ne seguirà una lunga collaborazione che porterà MODAR a lavorare con architetti di fama internazionale quali Sir Norman Foster, Andrée Putman e Jean-Michel Wilmotte.

1986
MODAR inizia a lavorare per Prada: realizza 2 negozi a Milano ai quali seguiranno altri punti vendita contraddistinti dal marchio “Emporio di Prada”.

1987
Prima installazione negli Stati Uniti. MODAR allestisce il negozio Furla in Madison Avenue, New York.

1989
Arriva il primo computer dedicato alla progettazione.
È la prima tappa di un percorso di innovazione che porterà alla completa informatizzazione del centro progetti.

1991
Max Mara sceglie MODAR per realizzare i suoi negozi in tutto il mondo. Nei soli Stati Uniti verranno realizzate oltre 40 installazioni. MODAR si afferma come organizzazione in grado di gestire forniture complesse a livello internazionale.

1992
È l’anno che segna il ritorno di MODAR alle grandi superfici:
COIN incarica MODAR di arredare tutti i più importanti department store italiani (oltre 20), tra i quali Milano, Mestre e Roma.

1993
Acquisto del primo centro di lavoro computerizzato.
Si realizza l’integrazione tra progettazione e produzione: i disegni esecutivi vengono convertiti in istruzioni che pilotano la macchina utensile.

1994
MODAR diventa un fornitore di riferimento per il mondo del luxury & fashion. Negli anni a seguire realizzerà numerosi punti vendita per i brand più famosi della moda italiana, tra questi Armani, Bottega Veneta, Dolce & Gabbana, Ferragamo, La Perla, Valentino, Zegna.

2000
Ristrutturazione della fabbrica e degli uffici.
Il centro progetti viene ampliato per ospitare 20 postazioni CAD.

2001
Il gruppo TOD’S affida a MODAR la realizzazione dei nuovi punti vendita.
Viene introdotta la lavorazione della pelle. La qualità e l’accuratezza dell’esecuzione è garantita da artigiani specializzati di grande esperienza.

2003
Realizzazione di numerosi negozi nell’area asiatica, con allestimenti in Cina, Taiwan, Corea, Singapore, Malesia e Giappone.

2004
TOD’S Omotesando Building, Tokyo. Disegnato da Toyo Ito, il negozio si sviluppa su più livelli all’interno di un innovativo involucro/struttura in cemento armato. L’opera guadagnerà l’attenzione delle più importanti riviste di architettura di tutto il mondo. MODAR viene chiamata a realizzare l’allestimento delle aree di vendita e dello showroom.

2008
Costituzione di MODAR MED. La società con sede a Tunisi ha la missione di contribuire al contenimento dei costi di produzione e di sviluppare il mercato nell’area sud mediterranea.

2009
L’esperienza, la disponibilità a cimentarsi con soluzioni progettuali d’avanguardia e la capacità di eseguire con estrema cura anche i dettagli più complessi portano MODAR ad avviare un’importante collaborazione con Gucci, uno dei più grandi protagonisti mondiali della moda.
Viene costruito il mockup integrale dei nuovi negozi, un allestimento che anticiperà la realizzazione di numerose installazioni.
Negozio Max Mara in corso Vittorio Emanuele a Milano. L’allestimento comprende la realizzazione di due grandi scale elicoidali particolarmente significative per la loro valenza estetica e tecnica.
Negozio Abercrombie & Fitch di Milano. 2.000 mq di vendita concepiti con criteri espositivi innovativi.

2010
MODAR raggiunge il traguardo di 3.000 negozi realizzati nella sua storia.

2011
Si inaugura a Firenze il Museo Gucci, la storia della moda italiana ripercorsa attraverso le più famose creazioni della maison fiorentina.
L’allestimento di tutti gli ambienti espositivi è realizzato da MODAR.
Riapre, completamente rinnovato, lo storico negozio Gucci di
via Montenapoleone. 1.600 mq di superficie di vendita interamente arredata da MODAR.
Grazie a un modello di impresa a rete, basato su un network di aziende specializzate nella lavorazione dei diversi materiali, di partner logistici e di operatori locali, MODAR è oggi un’organizzazione agile e flessibile in grado
di realizzare punti vendita esclusivi per i brand più prestigiosi,
in ogni parte del mondo.

Passione, competenza, approccio industriale e sensibilità estetica nel tradurre in realtà le idee di architetti e designer, sono i tratti distintivi che hanno consentito a MODAR di essere riconosciuta e apprezzata dal mercato.
Queste capacità, unite a un forte spirito di squadra e a un patrimonio inestimabile di esperienze e saperi, permettono di guardare al futuro con fiducia, consapevoli che MODAR ha tutte le risorse e le energie per vincere anche le sfide più impegnative.